Archivio mensile:agosto 2013

Nuovo tappeto di jeans…quasi tutorial

Standard

In questi giorni di vacanza, mi sono dedicata a vari lavori per rendere la mia casa più accogliente.

Ho tinteggiato le pareti, quasi sempre in bianco, ho costruito la testata del mio letto, con legno di recupero e ho trasformato dei vecchi jeans in un tappeto.

Oggi, vi mostro il nuovo tappeto realizzato con i jeans dismessi …

agosto 2013 113vari colori e varie taglie…

agosto 2013 094tanti quadrati 20 x 20 assemblati in un patchwork di colori  e foderati con un vecchio copriletto di piquet bianco,

Copia di agosto 2013 109un gros-grain verde e rosso  come finitura, danno un tocco di colore alle sfumature dei vari jeans,

Copia di agosto 2013 107questo è  il risultato finale! 

( Misure: cm 140 x cm 200)

Buon fine settimana,

Daniela

PS: Per realizzare il quilt-tappeto, dovete costruire un rettangolo composto da 10 formelle 20 x 20 cm, per il lato lungo e 7 formelle 20 x 20 cm , per il lato corto.

(ricordatevi di conteggiare in più le cuciture cm 0,7 )

Assemblate il tappeto a strisce.

Una volta ottenuto il top foderatelo e rifinitelo con un bordo a vostro piacimento.

NB: Quando il top è così grande è piuttosto difficile trapuntarlo.

Potete spruzzare della colla spray tra il top e la fodera e poi  potete imbastirlo e successivamente cucitelo a macchina o a mano se preferite; oppure, se siete pratiche  di cucito usate un buon quantitativo di spilli  e poi cucite in verticale, in orizzontale e intorno al  perimetro per fissare il top al retro (piquet).

BUON LAVORO!!!

Il festival è iniziato…

Standard

Da oggi fino a domenica, si possono ammirare migliaia di quilt di ogni tipo, tradizionali, contemporanei mini o maxi;

insomma ce n’è per tutti i gusti!

Questo è il mio, che potrete vedere nella galleria del concorso

“Contemporary Quilt”

se vi recherete al NEC di Birmingham al Festival of quilts …

try again  “Try Again”

Try again, detail

 ( un particolare del quilt )

Ho realizzato ” Try Again” completamente in carta , poi ho utilizzato il monoprint per creare alcuni punti luce ed infine attraverso l’appliquè un gioco di spessori e di colore.

A presto,

Daniela